Notizie

Vuoi fare il pieno di antiossidanti? Mangia il peperone dolce


Il peperone dolce è senza dubbio un alleato dalla salute: è ricco di vitamine, sali minerali e antiossidanti. Questi nutrienti lo rendono un’ottima fonte di energia, in particolare grazie alla vitamina B. Scopriamolo in un articolo di Humanitas Salute che pubblichiamo.

Che cos’è il peperone dolce?

Si tratta del frutto di piante che appartengono alla specie Capsicum annuum, a sua volta classificata nella famiglia delle Solanaceae. Originario del Centro America, è stato esportato nel resto del mondo dai conquistatori spagnoli e portoghesi e ora è coltivato in numerose regioni della terra.

Quali sono le proprietà nutrizionali?

100 g di peperone dolce crudo apportano circa 25 calorie ripartite nel seguente modo:

  • 72% carboidrati
  • 16% proteine
  • 12% lipidi

Nello specifico, in 100 g di peperone rosso crudo sono presenti:

  • 92,21 g di acqua
  • 6,03 g di carboidrati
  • 2,1 g di fibre
  • 0,99 g di proteine
  • 0,30 g di lipidi, fra cui: 0,070 g di grassi polinsaturi, 0,027 g di grassi saturi e 0,004 g di grassi monoinsaturi e
  • 3131 UI di vitamina A
  • 211 mg di potassio
  • 26 mg di fosforo
  • 12 mg di magnesio
  • 7 mg di calcio
  • 4 mg di sodio
  • 0,43 mg di ferro
  • 0,25 mg di zinco
  • 0,112 mg di manganese
  • 0,017 mg di rame
  • 0,1 µg di selenio
  • 127,7 mg di vitamina C
  • 1,58 mg di vitamina E
  • 0,979 mg di niacina
  • 0,291 mg di piridossina
  • 0,085 mg di riboflavina
  • 0,054 mg tiamina
  • 46 µg di folati
  • 4,9 µg di vitamina K

È fonte di alfa- e beta-carotene, beta-criptoxantina e luteina/zeaxantina.

Quando non mangiare il peperone dolce?

Non sono note interazioni tra il suo consumo e l’assunzione di medicinali o altre sostanze. Nel dubbio è opportuno chiedere consiglio al proprio medico.

Stagionalità del peperone

In Italia sono di stagione dal mese di giugno sino ad ottobre.

Possibili benefici e controindicazioni

Il suo consumo contribuisce a proteggere la salute facendo scorta di antiossidanti. Nello specifico, è fonte di manganese e selenio (cofattori per enzimi dall’azione antiossidante), vitamina A (importante per la salute di mucose, vista e pelle), di vitamina E e di vitamina C (alleata delle difese immunitarie). Inoltre la vitamina C è coinvolta nella sintesi del collagene e quindi favorisce la buona salute di pelle, dei vasi sanguigni, delle ossa e degli altri organi e tessuti. Le vitamine del gruppo B favoriscono invece un corretto metabolismo; nello specifico, i folati favoriscono un corretto sviluppo del sistema nervoso durante la gestazione. Il potassio, infine, protegge la salute cardiovascolare.