Notizie

Vorrei la pelle nera: i consigli della dietista per un’abbronzatura perfetta


L‘estate è cominciata (e molti sono già in vacanza) e con lei la voglia di abbronzarsi. Cosa mangiare per un’abbronzatura perfetta e sana? Ne parla Elisabetta Macorsini, biologa nutrizionista di Humanitas Mater Domini in un articolo di Humanitas Salute che pubblichiamo.

Come ottenere un’abbronzatura duratura?

  1. Utilizzando solari e creme abbronzanti adeguati al proprio fototipo, da applicare dopo ogni bagno, anche se si è già abbronzati o si preferisce stare sotto l’ombrellone.
  2. Seguire una dieta mirata.

Alimenti “pro” abbronzatura, ma “salva” pelle

Nella propria dieta sono da preferire gli alimenti ricchi di caroteinoidi e di vitamine. Si, quindi a carote, pomodori, rucola, basilico, peperoni, anguria, meloni, albicocche, pesche, papaia e mirtilli, per fare qualche esempio. «La vitamina A protegge e rigenera la nostra pelle, la C aiuta a ricostruire il collagene e la vitamina E è un forte antiossidante. Queste vitamine non solo contrastano l’invecchiamento cutaneo, ma aumentano la produzione di melanina, quindi intensificano la tanto ambita abbronzatura», afferma la specialista.

Acqua in quantità per l’abbronzatura

Per vivere al meglio una giornata di sole, è consigliabile assumere almeno un litro e mezzo di acqua, meglio se povera di sali e ricca di calcio.

Il sale: nemico o alleato dell’abbronzatura?

È preferibile limitare l’uso del sale perché provoca ritenzione idrica. Meglio utilizzare spezie quali peperoncino, erba cipollina, prezzemolo o sale iodato.

Gli integratori: sempre necessari per l’abbronzatura?

«Gli integratori possono essere consigliati soprattutto a coloro che hanno la carnagione particolarmente chiara e si scottano molto facilmente. È importante però seguire il dosaggio indicato dal nutrizionista o riportato dal bugiardino. L’abuso potrebbe infatti causare un eccesso di accumulo di vitamina A, molto pericoloso a livello epatico», spiega la dottoressa Macorsini. Sono consigliabili integratori a base di betacarotene e licopene, da assumere un mese prima di esposizioni solari prolungate.

Una giornata al mare: cosa scegliere per colazione e pranzo?

Alla colazione abituale, abbinare un succo di frutta o un frutto di stagione. Per il pranzo, meglio optare per un pasto leggero oppure della frutta fresca, un gelato, uno yogurt o un frullato.