Notizie

Tutti i benefici del Nordic Walking


Benessere, allenamento, forza e resistenza senza avvertire fatica, dolore o affanno: così descrive il Nordic Walking Franco Formica, Accompagnatore di Media Montagna ed Istruttore Nordic Walking. Ma quali sono i benefici di questa disciplina emergente? Il parere del dottor Vittorio Da Pieve, fisiatra di Humanitas Mater Domini in un articolo di Humanitas Salute che pubblichiamo.

La pratica del Nordic Walking permette uno sviluppo più armonico del nostro fisico

Che cos’è il Nordic Walking?

Il Nordic Walking (Camminata Nordica) nasce negli anni ‘20 in Finlandia come allenamento a secco (in estate e autunno) per gli atleti della squadra nazionale di sci di fondo. Con l’andare del tempo questa disciplina, seppur modificata nella sua tecnica e nel materiale usato, si è diffusa arrivando fino all’arco alpino, in particolare nelle zone in cui si è riconosciuto un territorio atto alla pratica del Nordic Walking, ossia dolce e con lievi pendenze.

Il Nordic Walking consiste in una camminata con i bastoncini, ma non è utilizzando dei bastoncini che una camminata diventa Nordic, bensì imparando a usarli. Si svolge all’aria aperta ed è adatto a tutti, praticabile in qualsiasi periodo dell’anno, in pianura come in montagna, nei parchi cittadini e, addirittura, sulla spiaggia.

DolceVita

I benefici del Nordic Walking

La pratica del Nordic Walking permette uno sviluppo più armonico del nostro fisico. Dal punto di vista muscolare, aumenta il numero di muscoli coinvolti, pur diminuendo lo sforzo su ciascuno. Mentre, a livello articolare, si ha un migliore utilizzo delle cartilagini e si stimola la produzione del liquido sinoviale che funge da lubrificante delle nostre articolazioni”, spiega Franco Formica.

Praticando il Nordic Walking aumenta il dispendio energetico a parità di velocità e di distanza percorsa, migliorando al contempo la forma fisica. «Se noi utilizzassimo un’automobile sempre in 4×4, si consumerebbe moltissima benzina. Con l’auto di certo non è conveniente, mentre con il nostro corpo sì, perché al posto della benzina, bruciamo carboidrati», continua Franco Formica.” I carboidrati “stoccati” nel “magazzino” dei grassi, vengono, attraverso l’attività fisica, prelevati e mobilizzati. La mobilitazione dei grassi fa perdere peso.

A chi è consigliato il Nordic Walking?

Il Nordic Walking è consigliato a tutti, bambini ed anziani, uomini e donne, sportivi e non, in quanto richiede un limitato impegno scheletrico, muscolare, cardiorespiratorio e vascolare. Evitando l’affaticamento prodotto dalla corsa, le persone che per sovrappeso o per scarsa predisposizione personale non sono particolarmente motivate o non si trovano nella condizione di svolgerla, trovano nel Nordic Walking lo stimolo per iniziare a superare e vincere la pigrizia generata dalla sedentarietà.

«La pratica del Nordic Walking giova a coloro che soffrono di mal di schiena, poiché i movimenti che vengono eseguiti portano ad un’attivazione fisiologica della muscolatura dorso-cervicale e delle strutture mio-tendinee del cingolo superiore (spalle), contribuendo all’assunzione di una postura più corretta», afferma il dottor Vittorio Da Pieve, fisiatra di Humanitas Mater Domini.

Come iniziare a fare Nordic?

Frequentare un corso specifico tenuto da istruttori qualificati della Scuola Italiana Nordic Walking è il modo migliore per apprezzare al meglio questa attività sportiva”, consiglia Franco Formica. Un corso di Nordic Walking si articola in una parte teorica ed una pratica. Con la teoria si spiega e mostra agli allievi quali sono i movimenti corretti per trarre il massimo beneficio da questa disciplina, mentre durante la pratica si impara ad eseguire, sotto la guida dell’istruttore, i movimenti di passo e di spinta fino all’acquisizione del coordinamento motorio per conseguire i benefici di cui si è detto.

È utile eseguire esercizi di mobilitazione per sciogliere eventuali rigidità muscolari ed articolari. Al termine delle lezioni, si consiglia di eseguire esercizi di stretching (utilizzando i bastoncini) per allungare e rilassare le fibre muscolari coinvolte. La Camminata Nordica non richiede abbigliamento specifico, se non indumenti comodi: tuta o maglietta, kee-way, cappellino, scarpe da ginnastica o scarponcini da trekking leggeri, poiché l’articolazione del piede deve essere abbastanza libera.

Molto importante è la scelta dei bastoncini per il Nordic Walking. Ve ne sono di diversi prezzi a seconda che siano fissi o allungabili, in alluminio, in fibra di vetro o in carbonio. Da non confondersi con quelli utilizzati per l’escursionismo, ben diversi per quanto riguarda lunghezza, peso, bilanciamento e impugnatura.