Notizie

Salutari e afrodisiaci: scopriamo i Lampascioni


Che cosa sono i lampascioni? E quali proprietà hanno? Scopriamolo in un articolo di Humanitas Salute che pubblichiamo. Dal nome scientifico Leopoldia comosa o Muscari comosum e detti anche lampagioni, turchine, cipolle canine, cipollacce cipollacci col fiocco o giacinti dal pennacchio, sono dei bulbi che appartengono alla famiglia delle Liliaceae e che sono particolarmente diffusi in Puglia e Basilicata. Simili a delle piccole cipolle, crescono a 10-30 centimetri di profondità nel suolo e possono essere mangiati come tali (ad esempio in insalata, in padella o fritti dopo essere stati impastellati), oppure essere aggiunti alla preparazione di salse, sughi o di piatti a base di carne (per esempio bolliti), o, ancora, possono essere conservati sott’aceto o sott’olio. Il loro sapore è amaro con un fondo dolciastro.

Scopriamo i Lampascioni

Quali sono le proprietà nutrizionali?

100 grammi di lampascioni (parte edibile) apportano 40 calorie e:

  • amido
  • zuccheri disponibili (saccarosio, fruttosio, glucosio e arabinosio)
  • potassio
  • magnesio
  • fosforo
  • calcio
  • ferro
  • manganese
  • rame.

Sono una fonte di mucillagini e gomme.

Quando non mangiare i lampascioni?

Non risultano esservi interazioni tra il loro consumo e l’assunzione di medicinali o altre sostanze. In caso di dubbio è bene chiedere consiglio al proprio medico.

Stagionalità dei lampascioni

Solitamente vengono raccolti in estate e in autunno.

Possibili benefici e controindicazioni

Sono loro attribuite delle proprietà benefiche già dalle epoche degli antichi Egizi, Greci e Romani. Nel I sec dopo Cristo, il farmacista, medico e botanico greco Dioscoride attribuiva a questi bulbi delle proprietà afrodisiache e stimolanti. Nel II secolo dopo Cristo, invece, il medico Galeno di Pergamo li consigliava in forza delle sue proprietà diuretiche, depurative e lassative. Inoltre sembra che le loro gomme e le loro mucillagini possano esercitare attività antinfiammatoria e contrastare l’insorgenza di mutazioni.
Applicato esternamente, può avere anche un effetto emolliente indicato in caso di acne e arrossamenti, irritazioni e secchezza della cute. Il loro consumo può aumentare il meteorismo. Inoltre, se mangiati in quantità eccesive possono esercitare un effetto purgante.