Notizie

Rock, pop e musica italiana: cosa mangiare dopo un concerto?


Estate vuol dire anche concerti! Che tra balli e canti equivalgono a vere e proprie sedute in palestra. Ma quante calorie si consumano con il rock? E con la musica italiana? E post concerto come reintegrare al meglio? E quali piatti da preferire per la cena o lo spuntino post-concerto? In occasione della stagione estiva dei concerti, Deliveroo, la piattaforma dell’online food delivery, ha elaborato in collaborazione con Michelangelo Giampietro – specialista in Medicina dello Sport e in Scienza dell’alimentazione – una serie di consigli su come affrontare al meglio, dal punto di vista alimentare, il dispendio energetico di una serata a ritmo di musica.

Ecco cosa mangiare dopo un concerto

Quante calori si bruciano durante i concerti?

La stagione dei concerti, infatti, è iniziata: da Nord a Sud, stadi ed aree all’aperto ospitano ogni tipo di live musicale, dal rock al pop, fino al cantautorato italiano. Con il caldo estivo, assistere ad un concerto equivale ad una vera e propria performance atletica, tra balli, salti e canzoni cantate a squarciagola. Ma quante energie vengono consumate durante un concerto? Come recuperarle? E quali sono gli alimenti ideali per farlo? Secondo Giampietro, nel corso di un concerto rock – nel corso del quale ci si scatena dall’inizio alla fine – un uomo di 80kg può consumare tra 416 e 624 calorie e una donna di 65 kg tra 338 e 507 calorie. Diverso il caso di un concerto pop, dove il ballo si alterna a momenti più tranquilli e al canto. In questi concerti un uomo può perdere tra 266 e 400 calorie, una donna tra 216 e 325. Sono ancora meno le calorie consumate in occasione di un più rilassante concerto di un noto cantautore: in questo caso un uomo potrebbe spendere tra 123 e 184 kcal e una donna tra le 100 e le 150 kcal.

Al concerto mai dimenticare l’acqua

«Seguire un concerto, a seconda dello stile musicale e del coinvolgimento che genera, può essere paragonato ad una prestazione sportiva ed è bene seguire alcuni principi che aiutino a viverla al meglio – dichiara il Michelangelo Giampietro – In questi giorni di caldo estremo poi l’indicazione più importante è sicuramente quella di bere tanta acqua. È consigliabile iniziare a bere, il giorno del concerto, già dalle prime ore del mattino e mangiare, prevalentemente, cibi freschi e ricchi di acqua, come frutta e verdura. Ancora, è consigliato bere acqua anche in attesa dell’inizio dello spettacolo. A fine concerto, è bene reidratarsi con acqua fresca, non eccessivamente fredda, e mangiare tenendo ben presenti le energie spese».

Rock, pop e musica italiana: cosa mangiare dopo un concerto?

Bere acqua al termine del concerto è ben consigliato

Post concerto, cena leggera

Per quanto riguarda i cibi, Giampietro ricorda che «considerata l’ora tarda, indipendentemente dal tipo di evento, la cena post concerto dovrà essere non troppo abbondante nelle quantità, né particolarmente ricca di grassi e bevande alcoliche. Inoltre, non bisogna dimenticare di masticare lentamente ogni boccone. Tutto ciò è importante per la digestione, il riposo e per una buona qualità del sonno».

Cosa mangiare dopo un concerto rock

È possibile scegliere una cena regolare, solo più contenuta nelle quantità per evitare tempi lunghi di digestione e, di conseguenza, un sonno disturbato:

  • Pizza: meglio i gusti semplici, come Margherita, Marinara, Napoli o con bresaola e rucola;
  • Panini: non dimenticare di aggiungere verdure o insalate;
  • Sushi/orientale: non esagerare con i roll ricchi di salse, evitare i piatti fritti e prediligere la cottura al vapore. Gli orientali sono bravissimi nella cucina delle zuppe e delle verdure: provare per credere!
  • Kebab: meglio i condimenti più leggeri e non troppo abbondanti e speziati;
  • Un primo piatto (pasta, riso, farro) a base di pesce e verdure;
  • Un secondo piatto di carne o pesce, preparato con cotture semplici e veloci che non richiedano condimenti grassi e accompagnato da riso, pane o patate.

Cosa mangiare dopo un concerto Pop Melodico

Soluzioni fresche anche sotto forma di piatto unico:

  • Poké: evitare le salse più grasse (es. di sesamo o latte di cocco) e masticare lentamente ogni boccone;
  • Via libera alle insalate di riso, farro, orzo e alle paste fredde;
  • Fresella con mozzarella e pomodori,cetrioli e olive;
  • Piadina con formaggio fresco e insalata o verdura;
  • Panzanella;
  • Insalata arricchita di piccole quantità di alimenti proteici (mozzarelline, petto di pollo, uova o legumi come fagioli o ceci, o anche pesce come le alici o i filetti di sgombro), condita con olio extra vergine di oliva e accompagnata da pane ai cereali.

Cosa mangiare dopo un concerto di cantautorato italiano

Meglio non abbondare, considerata la minore quantità di energie spese, rispetto alle performance rock e pop:

  • Insalata mista con ortaggi, condita con olio extra vergine di oliva e accompagnata da una fettina di pane ai cereali;
  • Yogurt bianco e frutta fresca in pezzi con qualche cucchiaio di fiocchi d’avena o muesli;
  • Un bicchiere di latte con biscotti o cereali;
  • Frozen yogurt con cereali e frutta;
  • Gelato confezionato, meglio se con biscotto.