Notizie

Per chi ama rilassarsi sul divano ecco la postura migliore


Sebbene “tuffarsi” sul divano, la sera, dopo una giornata impegnativa, sia uno dei gesti che più amiamo fare quando ci troviamo tra le mura domestiche, è bene prestare attenzione a non assumere posizioni scorrete, che potrebbero causare danni alla colonna vertebrale.

Bisogna tenere presente che la sedentarietà è uno stato che già di per sé mette a dura prova il benessere della nostra schiena, pertanto, soprattutto per chi è costretto dal lavoro o dallo studio a stare seduto per ore, è consigliabile cercare di alzarsi di tanto in tanto e fare qualche passo, per aiutare a mettere in movimento il nostro corpo.

Attenzione alla postura corretta sul divano

Per capire quale sia la postura più corretta da adottare e quali siano i rimedi per uno stato di sedentarietà forzata, riportiamo di seguito gli interventi di Daniela Lucini, responsabile della sezione di medicina dell’esercizio e patologie funzionali in Humanitas, e di Stefano Respizzi, direttore del dipartimento di riabilitazione e recupero funzionale, pubblicati da Humanitasalute.it.

Riposarsi anche per poco sul divano è sicuramente utile, ma aggiunge il Stefano Ripizzi: «occorre prestare attenzione a non assumere una postura scorretta che costringa la colonna vertebrale in una posizione non fisiologica, posizione che a lungo andare può causare problemi. Se alla sera, in un momento in cui siamo stanchi e la colonna vertebrale è già provata da un’intera giornata, ci sediamo sul divano assumendo una postura non corretta possiamo concorrere a peggiorare una serie di problemi con il rischio di dolori alla schiena, alle gambe e alle braccia».

La posizione da evitare

«La colonna vertebrale non è completamente dritta ma ha due curve: cifosi e lordosi che si alternano dalla parte cervicale a quella sacrale. Queste devono essere rispettate: per questo motivo esistono sedie e sedili per auto ergonomici con supporto a livello lombare. Sul divano occorre evitare di assumere una posizione “incassata” con il bacino più in basso delle gambe perché in questo modo la curvatura fisiologica della colonna vertebrale non viene rispettata. Il tempo da trascorrere sul divano poi dovrebbe essere limitato massimo a un paio d’ore al giorno, meglio se non consecutive: di tanto in tanto è bene alzarsi e fare due passi».

 

 
Come sedersi

La parte lombare della colonna deve essere appoggiata allo schienale del divano e non essere incurvata in avanti. Bisogna evitare di “sprofondare” nel divano, ma sedere facendo aderire glutei e schiena allo schienale; lo spazio tra la schiena e le cosce dovrebbe disegnare un angolo di 90 o 110 gradi. Se possibile, sarebbe meglio appoggiare anche la testa, in modo da rilassare del tutto la muscolatura evitandole contratture.

Le gambe possono seguire la posizione seduta oppure essere sollevate. Le persone che hanno problematiche specifiche alla colonna vertebrale dovrebbero comunque consultare il proprio medico per farsi consigliare la postura migliore, oltre ovviamente eseguire esercizi specifici correttamente prescritti.