Notizie

Pelle e sport, ecco i consigli per proteggerla durante l’allenamento


Fare sport fa bene anche alla nostra pelle? Una costante attività fisica ha diversi benefici che in molti conoscono: contribuisce al mantenimento del peso forma, induce a mangiare in maniera più sana, ed è anche in grado di alleviare lo stress riducendo l’ansia, migliorando l’umore e l’autostima. Non tutti forse però sanno che lo sport aiuta anche a migliorare la salute della pelle. Grazie all’aumento del flusso sanguigno e dell’ossigeno conseguente allo sforzo fisico, infatti, l’attività fisica permette alla pelle di risultare più radiosa, luminosa e vitale. Tuttavia, è bene seguire alcuni consigli per non rischiare l’insorgenza di acne da allenamento, eritemi solari, ferite o infezioni. Humanitas salute ha approfondito l’argomento intervistando Laura Colli, dermatologa e venereologa di Humanitas Mater Domini.

Fare sport fa bene anche alla pelle

Proteggere la pelle durante lo sport: i consigli 

  • Struccarsi: prima di iniziare ad allenarsi è bene rimuovere il make up. Attraverso il sudore, infatti, potrebbe formarsi uno strato che occlude i pori, favorendo l’insorgenza di acne.
  • Mettere la crema solare: in caso di allenamento all’aperto, in estate e in inverno, è bene proteggere la pelle con una crema solare, così da difenderla dall’effetto dannoso e invecchiante dei raggi ultravioletti.
  • Utilizzare un abbigliamento adeguato: l’abbigliamento scelto deve contribuire a evitare escoriazioni della pelle. Ad esempio, chi predilige tessuti vegetali dovrebbe indossare capi larghi di tessuto morbido e traspirante. Se si preferiscono tessuti tecnici e aderenti, meglio sceglierli traspiranti, ad asciugatura rapida e senza cuciture, per evitare traumi della pelle. I capi devono essere lavati dopo ogni allenamento, in modo da evitare sia cattivi odori, sia infezioni e proliferazioni batteriche. Quando si finisce di allenarsi, bisogna fare la doccia il più presto possibile, utilizzando un detergente che rimuova il sudore, il sebo e le cellule desquamate, in modo da prevenire irritazioni e acne al volto e al tronco. Dopo la doccia, è bene applicare creme emollienti su tutto il corpo e prodotti lenitivi alle zone che ne necessitano.

In palestra usare il proprio asciugamano

In palestra è buona norma usare il proprio asciugamano, da appoggiare sulle sedute e gli schienali dei macchinari: la pelle sudata, infatti, è più vulnerabile, e potrebbe prendere infezioni a contatto con le superfici.

Per quanto riguarda le calzature in palestre e piscine, è importante utilizzare le ciabatte, sia negli spogliatoi, sia nelle docce, in modo da evitare verruche e infezioni batteriche.

Infine, fondamentale è la disinfezione delle attrezzature prima e dopo il loro utilizzo, e la detersione o igienizzazione delle mani dopo ogni allenamento, evitando di toccare il viso durante l’esercizio, per non trasportare al volto la sporcizia con la quale potremo essere venuti a contatto.

Tagli, abrasioni, piercing e allenamento: ecco proteggere la pelle

In caso ci siano tagli, abrasioni e piercing, è bene medicare e coprire le aree con un cerotto quando ci si allena: se le ferite rischiano di infettarsi e riaprirsi, i piercing e i microdermal potrebbero traumatizzare la pelle agganciandosi alle attrezzature. 

Infine, se i piercing o ferite non sono ancora cicatrizzati, è importante evitare il bagno in piscina, al mare, negli idromassaggi e nelle saune, poiché potrebbero infettarsi.