Notizie

Mal di testa, i consigli per non farsi rovinare le feste


Il mal di testa può rappresentare una brutta sorpresa nelle feste di fine anno. Questo perché a tavola ci si concede qualche peccato di gola, si mangia di più e più spesso e si stravolgono i ritmi sonno-veglia. Insomma, in vacanza si cerca il relax ma a volte si trova lo stress. E lo stress è uno dei fattori che possono scatenare il mal di testa. Approfondisce l’argomento un articolo di Humanitas Salute che pubblichiamo.

Come prevenire il mal di testa durante le feste

Stress nemico numero uno

Come ha riferito un sondaggio più del 50% degli italiani soffre di episodi di mal di testa provocati dallo stress, nel 32% dei casi invece è colpa della stanchezza. «Lo stress può scatenare attacchi di emicrania nelle persone che ne soffrono ma può causare, a chiunque, attacchi di cefalea tensiva, la forma più frequente di mal di testa: 1 persona su 3 ne soffre almeno una volta al mese», dice il dottor Vincenzo Tullo, specialista neurologo e responsabile dell’ambulatorio sulle cefalee di Humanitas LAB.

«La cefalea tensiva si caratterizza per una forma di dolore bilaterale e costrittivo. Non è acuita dagli sforzi fisici, è meno invalidante dell’emicrania ma può durare da 30 minuti a 7 giorni. Stress, fatica, carenza di sonno, alimentazione sregolata possono causarla».
Il dottor Tullo è collaboratore del professor Gennaro Bussone, primario emerito dell’Istituto Neurologico Besta di Milano e presidente onorario di Anircef, che ha redatto un piccolo vademecum per prevenire il mal di testa nelle vacanze di Natale.

«I consigli contro il mal di testa riguardano gli stili di vita e le abitudini che spesso caratterizzano i giorni di vacanza. Correggere certe abitudini è il modo migliore per prevenire gli attacchi di cefalea», aggiunge il dottor Tullo.

 

I consigli contro il mal di testa durante le feste

Ecco qualche suggerimento per prevenire il mal di testa:

  • «Dobbiamo cercare di rispettare la normale routine sonno-veglia: non sforziamoci a rimanere svegli troppo a lungo e se si fanno le ore piccole, è bene cercare di recuperare un po’ del sonno perso».
  • «Limitare le abbuffate, soprattutto a cena: la digestione è rallentata e interferisce con il sonno. Alcuni alimenti, come alcolici e superalcolici, formaggi stagionati, caffè, carni rosse e insaccati, possono far venire il mal di testa. Preferire, laddove possibile, pasti con frutta e verdura».
  • «Passare i giorni di festa rilassati e sereni è il modo migliore per evitare lo stress che può causare la cefalea. Ma oltre che a prevenire, il relax è anche una forma di trattamento della cefalea tensiva, un tipo di mal di testa che non sempre risponde ai farmaci antiinfiammatori. Essere rilassati, infatti, aiuta ad alleviare il dolore. Alla cefalea tensiva spesso si associano fotofobia o fonofobia, quindi è consigliato restare al riparo da fonti di luce o fonti di rumore che possono aggravare il dolore».