Notizie

I rimedi per contenere il colesterolo


Non tutti gli alimenti sono uguali, quando si tratta di colesterolo, il quale è presente, particolarmente concentrato, all’interno di uova, carne e formaggio.

Risulta facilmente monitorabile attraverso le analisi del sangue per le quali, salvo indicazioni del medico di fiducia, è preferibile effettuare uno screening annuale.

Una buona abitudine da non prendere sottogamba dal momento che valori troppo alti comportano la formazione di placche aterosclerotiche nei vasi, che tendono a causare a loro volta il presentarsi di patologie vascolari importanti come l’ictus e le malattie cardiovascolari.

In questo articolo ci concentriamo su una questione essenziale, rispetto al colesterolo: quali sono i rimedi per contenerne la presenza.

Pertanto, accanto all’adozione di abitudini alimentari salutari e a uno stile di vita non eccessivamente sedentario, si rivela utile introdurre nella dieta un integratore come Liposcudil plus.

Se ti stai chiedendo a cosa serve Liposcudil Plus si tratta, appunto, di un integratore in capsule che permette di regolare la presenza del colesterolo ematico, di cui riduce un livello eccessivo, con importanti benefici cardiovascolari.

Ma vediamo, intanto, cos’è effettivamente il colesterolo, in modo da poter capire come e dove intervenire per averlo sì presente nel sangue, ma in maniera sana.

Colesterolo: di cosa parliamo

Il colesterolo presenta diverse funzioni essenziali nell’organismo, ovvero:

  • aiuta a produrre la vitamina D, la quale viene assimilata soprattutto attraverso l’esposizione ai raggi del sole;

  • incide positivamente sulla produzione di ormoni steroidei;

  • aiuta a produrre la bile, la quale è a sua volta necessaria per la digestione degli alimenti.

Il colesterolo è si trova comunemente catalogato secondo due categorie: colesterolo HDL o buono, e colesterolo LDL, detto anche cattivo.

Il primo favorisce l’eliminazione dei sali biliari, il secondo; invece, causa la presenza eccessiva del colesterolo nel fegato, con la conseguente formazione della placca all’interno delle arterie.

Si rivela perciò essenziale agire in maniera preventiva per evitare di arrivare a una situazione come l’ipercolesterolemia, favorendo la presenza del colesterolo buono e contenendo quella del colesterolo cattivo.

Ipercolesterolemia: cos’è e perché evitarla

L’ipercolesterolemia non è altro che la presenza di valori troppo alti di colesterolo nel sangue. Sono da tenere d’occhio soprattutto, come abbiamo già accennato, quelli del colesterolo cattivo o LDL.

Si tratta di una condizione che va in primo luogo evitata e, quando presente, risolta il più in fretta possibile. I motivi sono diversi e vanno ricercati nel fatto che l’eccesso di colesterolo LDL provoca la formazione di placche aterosclerotiche nei vasi sanguigni.

Perché le placche sono tanto pericolose? La loro formazione causa una riduzione e un rallentamento del flusso del sangue all’interno dei vasi, inducendo la comparsa di fenomeni come malattie coronariche, infarto del miocardio e ictus ischemico.

La placca, infatti, staccandosi, può portare alla formazione di un coagulo nel sangue, il quale tende a occludere un’arteria e da qui a provocare le patologie sopra citate.

Le cause

Le cause principali che portano generalmente alla comparsa dell’ipercolesterolemia sono:

  • Abitudini alimentari che vedono una prevalenza di cibi ricchi di grassi e, quindi, scorrette.

  • Consumo frequente di alcolici.

  • Presenza di fattori genetici che portano in una direzione quale quella dell’ipercolesterolemia.

  • Tendenza al sovrappeso e all’obesità.

  • Abitudine al fumo, il quale abbassa i livelli di colesterolo HDL, in particolare nei soggetti di sesso di femminile, a favore di un aumento del colesterolo HDL.

  • Stile di vita sedentario, con un’attività fisica insufficiente oppure assente.

I livelli di colesterolo, pertanto, è fisiologico che aumentino con il passare dell’età: non a caso l’ipercolesterolemia è raro che si presenti durante nei soggetti giovani.

I rimedi per prevenire e abbassare l’ipercolesterolemia

Come si può vedere è possibile agire a livello preventivo in maniera importante sull’ipercolesterolemia, anzi, è persino necessario visti i rischi che comporta per la salute.

La prima cosa da fare è adottare uno stile di vita sano e una corretta alimentazione, varia ed equilibrata, non troppo ricca di grassi.

Questo non significa rinunciare al consumo di pasti prelibati, anzi, piuttosto di unire questo aspetto a un approccio volto a far stare bene la persona a tutti i livelli.

Un importante aiuto arriva dagli integratori come Liposcudil Plus, di cui illustriamo meglio a cosa serve:

  • Aiuta a regolarizzare la presenza dei trigliceridi nel sangue.

  • Previene l’ossidazione delle LDL.

  • Consente di ridurre la concentrazione plasmatica di colesterolo, attraverso l’azione della monacolina K.

  • Aiuta a contrastare l’azione dannosa, per il colesterolo ma anche per altre componenti dell’organismo, prodotta dalla presenza dei radicali liberi.

 

È, in sostanza, un integratore, di origine naturale e disponibile presso le farmacie incluse quelle online, che riesce a dare concreti benefici per avere un livello ottimale di colesterolo nel sangue.

Pertanto, l’uso degli integratori si rivela insufficiente se la persona non adotta abitudini corrette nella quotidianità: vanno aggiunti, integrati come suggerisce la parola, alla dieta, rispetto alla quale non rappresentano una misura sostitutiva.