Notizie

I chewing gum senza zucchero fanno bene ai denti: lo dice la scienza


Un inaspettato alleato di benessere per denti e sorriso? Il chewing gum! Sul quale si accendono i riflettori in occasione della Giornata mondiale della salute orale, il 20 marzo. Forse non tutti sanno, infatti, che la gomma da masticare senza zucchero, se correttamente utilizzata, può diventare davvero un supporto per la corretta igiene orale, affiancando in questo importante ruolo un dentifricio al fluoro e un buono spazzolino.Ma cosa rende quindi il chewing gum così efficace?

Un inaspettato alleato di benessere per denti e sorriso? Il chewing gum

La battaglia del chewing gum senza zucchero contro la carie

Nella frenesia della vita quotidiana, in particolare fuori casa, non è sempre possibile utilizzare lo spazzolino dopo i pasti, incorrendo così, a lungo andare, nel rischio di carie. Questa malattia ha un’ampissima diffusione sia nella popolazione adulta che nei bambini: l’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che ne sia affetto il 60% dei bambini e ragazzi sotto i 16 anni, e nel mondo, dei 3,5 miliardi di persone colpite da patologie orali, circa la metà è affetta da carie non trattate.

Come aiutare a proteggersi, dunque, da questo rischio? Con il supporto dei chewing gum con xilitolo! Dolcificante derivato da fonti vegetali, lo xilitolo è un sostituto dello zucchero con un gusto gradevole e fresco appartenente alla famiglia dei polioli, da anni è studiato clinicamente per la sua capacità di inibire la crescita dei batteri che avviano il processo carioso di demineralizzazione di smalto e dentina. Numerosi studi clinici, dall’inizio degli anni ’60 ad oggi, hanno dimostrato che il consumo regolare di chewing gum con xilitolo, per periodi di tempo prolungati, è in grado di diminuire la concentrazione orale dei batteri cariogeni. La masticazione, inoltre, stimola la produzione di saliva, che neutralizza il PH acido della placca favorendo una buona mineralizzazione dello smalto. Gli effetti benefici si possono ottenere masticando 1-2 confetti per 20 minuti, almeno 3 o 4 volte al giorno dopo pasti e spuntini: lo stesso movimento meccanico della masticazione del chewing gum può inoltre aiutare nella rimozione dei detriti alimentari dalle superfici dentali3, eliminando in soli 3 minuti circa la metà dei detriti che perdurerebbero in sua assenza. 

 

Alito fresco e sorriso smagliante

Lo xilitolo gioca anche un ruolo importante nel donare una sensazione di alito fresco, a prova di bacio inaspettato: i cristalli di xilitolo presenti nel chewing gum, sciogliendosi nella saliva durante la masticazione, assorbono calore e abbassano la temperatura del cavo orale in maniera transitoria. Anche il mentolo svolge un ruolo importante nel regalare freschezza: stimola i recettori del freddo facendoci percepire una maggiore freschezza durante la respirazione. Infine, se vogliamo sfoggiare nei nostri selfie un sorriso bianco e luminoso, anche in queste occasioni il chewing gum può darci una mano! Quando il confetto contiene alcuni ingredienti funzionali come calcio carbonato e tripolifosfati, si può avere un effetto sul candore dei denti, prevenendo la comparsa di nuove macchie o rallentandone l’accumulo.